Le caratteristiche principali delle macchine agricole

//Le caratteristiche principali delle macchine agricole

Le caratteristiche principali delle macchine agricole

Le caratteristiche principali delle macchine agricole

Le macchine agricole sono macchine o meccanismi costruiti al fine di svolgere uno o più lavori di tipo agricolo.

Esse possono essere di 3 tipi: fisse come l’essicatoio, semovente come la mietitrebbiatrice, o portate da trattori; in quest’ultimo caso la macchina agricola può essere semplicemente trainata ( come l’aratro) o collegata alla presa di potenza (come lo spandiconcime).

Nel corso degli anni e dell’evoluzione delle tecnologie, le macchine agricole si sono evolute di pari passo con l’evoluzione della tecnologia e delle fonti energetiche, diventando sempre più funzionali, efficienti ed in grado di svolgere più operazioni contemporaneamente.

Le tipologie di macchine agricole

Nella meccanica agraria, le macchine agricole vengono distinte in 3 diverse tipologie:

  • Macchine motrici: sono semoventi e vengono impiegate per trainare, spingere o azionare altre macchine: a questa categoria appartiene il trattore agricolo;
  • Macchine operatrici: possono essere semoventi (come la mietitrebbiatrice), portate (come l’erpice) o trainate/semiportate ( se hanno ruote o analoghi dispositivi che poggiano al suolo). Questo tipo di macchine vengono impiegate per l’esecuzione di operazioni agricole;
  • Rimorchi agricoli: Vengono utilizzati per il carico ed il trasporto.

La documentazione necessaria per la circolazione stradale delle macchine agricole

Durante la marcia su strada, le macchine agricole devono avere i seguenti documenti:

  • Patente di guida;
  • Carta di circolazione del rimorchio (se la massa complessiva è superiore a 1,5 t);
  • Certificato di idoneità tecnica del rimorchio se la massa complessiva è inferiore a 1,5 t;
  • I contrassegni assicurativi della macchina agricola e del rimorchio insieme al certificato assicurativo.

Non hanno alcun obbligo di documenti di circolazione i seguenti veicoli:

  • Attrezzature portate e semiportate (in quanto fanno parte integrante della trattrice sulla quale sono montate);
  • Gli aratri, gli erpici e le seminatrici.

La circolazione con una macchina agricola senza avere a seguito i documenti indicati in originale, comporta una sanzione amministrativa per ogni documento non esibito, con il successivo obbligo di portare in visione tali documenti alle forze di Polizia entro il termine imposto dal funzionario accertatore, pena una ulteriore sanzione amministrativa.

In conclusione chi circola su strada con le macchine agricole deve essere munito di:

  • Patente di guida di categoria A1 per macchine agricole o complessi che non superano 1,60 m di larghezza, 2,5 m di altezza e 2,5 t di massa complessiva a pieno carico e senza superare la velocità di 40 km/h. Patente B per macchine agricole diverse dalle precedenti;
  • Targa di riconoscimento contenente dati immatricolazione, l’ultimo elemento convoglio di macchine agricole deve avere la stessa targa della macchina trainante. Rimorchi agricoli di massa inferiore a 1,5 t. muniti di targa speciale, contenente i dati di immatricolazione;
  • Contrassegno posteriore veicolo riportante velocità massima consentita (40 km/h se dotate di pneumatici o 15 km/h se cingolate);
  • Dispositivi di segnalazione visiva ed illuminazione prescritti: veicoli e rimorchi adibiti al trasporto di cose di lunghezza superiore a 7,50 m o con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t. dotati lateralmente e posteriormente di dispositivi retro riflettenti e fluorescenti stabili, posti al limite estremo ingombro;
  • Dispositivi di frenatura e di sterzo che garantiscono stabilità di circolazione;
  • Pneumatici o cingoli;
  • Attrezzature dotate di ruote orientabili per favorire impostazioni curve;
  • Dispositivi silenziatori per rumore e di scarico;
  • Dispositivi di segnalazione acustica;
  • Dispositivo retrovisore;
  • Dispositivi amovibili per protezione parti pericolose;
  • Idonei dispositivi di traino amovibili per rimorchi o macchine agricole trainate;
  • Superfici trasparenti e dispositivo tergivetro parabrezza che garantisca idoneo campo visivo;
  • Sistemi per trasporto passeggeri (non oltre 3), anche nel caso di rimorchi agricoli, che garantisca al sedile del conducente un facile accesso e comandi agibili;
  • Dispositivi previsti da norme su sicurezza ed igiene sul lavoro e contro l’inquinamento ambientale.

Un prodotto finale di altissima qualità ed esteticamente piacevole: questo l’obiettivo di Mollificio Adriese nel realizzare denti e molle in filo d’acciaio al carbonio UNI EN 10270-1 SH o SM per voltafieno, spandifieno, ranghinatori, andanatori, rastrelli, seminatrici, strigliatori, raccogli-imballatrici, pick-up, mietitrebbiatrici e per la lavorazione e preparazione del suolo.

peugeot-roma-professione-auto-contattaci-pulsante-1

By | 2018-07-09T08:54:30+00:00 07 aprile 2017|curiosità|0 Commenti

Scrivi un commento